Escursione Georgetown in trishaw - [Penang]

Costa Crociere

Durata: 03:00

livello: Moderata

Adulti da €85.00

Bambini da €63.00
Partecipa all'esclusiva escursione "Georgetown in trishaw" in programma con Costa Crociere.
Un'esplorazione di livello Moderata, che puoi prenotare in tutta semplicità assieme alla tua crociera a soli €85.00 o ridotto a €63.00 per i bambini .
Scopri le attrazioni che potrai visitare a Penang, gli itinerari e il programma dettagliato:
Descrizione Un divertente tour in trishaw, comunemente noto come il 'Re della Strada', alla scoperta di Georgetown, capitale dell'isola malese di Penang. Dai quartieri etnici di Chinatown e Little India con le loro strade intricate e colorate, al sontuoso tempio cinese di Khoo Kongsi, passando per alcuni dei musei più importanti della città che attestano la storia, gli usi e le tradizioni delle popolazioni locali. Un'esperienza da non perdere!

Cosa vediamo
  • In trishaw lungo le vie colorate dei quartieri Chinatown e Little India
  • Tempio Khoo Kongsi
  • Museo Baba Nyonya o Palazzo di Pinang Peranakan
  • Penang Museum: museo di storia, usi e tradizioni dei gruppi etnici locali di Penang
  • Ultimo scorcio della capitale con architettura coloniale


Cosa facciamo
  • Iniziamo il nostro tour di Georgetown salendo a bordo di un trishaw, tipico carretto a pedali usato per il trasporto di persone, e percorrendo le vie colorate della capitale, tra il quartiere di Chinatown, caratterizzato da un groviglio di tortuose vie, disseminate di templi e botteghe tradizionali, e Little India, in cui aleggiano gli aromi del sandalo e delle spezie e risuonano le melodie della musica hindi.
  • Proseguiamo l'escursione in trishaw facendo una sosta presso il tempio Khoo Kongsi, il più sontuoso di tutta la Malesia, le cui mura, i pilastri e i tetti sono decorati con intagli rappresentanti i marchi dei mastri artigiani della Cina.
  • Questo tempio, eretto circa 650 anni fa e ricostruito nel 1920 in seguito a un incendio che lo distrusse, ha un enorme valore storico e culturale, ed era il luogo dove si riuniva un clan cinese. Infatti il termine cinese 'kongsi' significa letteralmente 'compagnia' o 'sala di incontro'. Queste strutture svolgevano una serie di funzioni e di servizi, sia per le famiglie riunite nello stesso clan, sia per facilitare l'intreccio di relazioni tra cinesi migranti, officiare alcune cerimonie civili e religiose, specialmente per quanto riguarda quelle connesse al culto degli antenati, ma anche per aiutare a intessere rapporti d’affari.
  • Ci spostiamo quindi per visitare un'altra delle perle di Georgetown, il Museo Baba Nyonya, conosciuto anche con il nome di Palazzo di Pinang Peranakan o 'Museo di Chung Keng Kwee', in passato residenza privata di proprietà del capo cinese della società segreta Hai San. L'edificio, un'eccezionale villa in stile eclettico, è una meraviglia architettonica. L'influenza tardo-vittoriana è particolarmente evidente nella profusione di decorazioni in ghisa, tra le poche nella regione di Penang a essere sopravvissute intatte all'occupazione giapponese. I favolosi mobili d'antiquariato e le magnifiche opere in legno che ammiriamo al suo interno ci lasciano a bocca aperta.
  • Terminata la visita al museo Baba Nyonya, ci attende un tuffo nella storia di Penang con la sosta al Penang Museum, uno dei musei meglio allestiti della Malesia, che illustra in modo molto interessante la storia, gli usi e le tradizioni dei gruppi etnici della zona di Penang, con fotografie, documenti, abiti, mobili e molti altri oggetti di artigianato. Tra i pezzi più interessanti figurano i letti in cui un tempo si fumava l’oppio, splendidamente intagliati e intarsiati di madreperla. Il museo racconta anche l'occupazione giapponese dell'isola e l'epoca coloniale.
  • Mentre facciamo rientro al porto, ci attende un ultimo scorcio della capitale e della sua architettura coloniale, il cui fascino unico è rimasto intatto nonostante il passare del tempo.
Cosa c'è da sapere
  • Per l'ingresso al Museo Baba Nyonya, è obbligatorio togliere le scarpe.
  • L'escursione sarà condotta in lingua inglese.

Le crociere che effettuano questa escursione: