Home Compagnie Regent Giro del mondo Seven Seas Mariner Singapore giovedì 9 aprile 2026

Regent Giro del mondo: 53 notti da Singapore con Seven Seas Mariner
9 apr 2026

Singapore, Malesia, Thailandia, Sri Lanka, India, Maldive, Seychelles, Madagascar, Francia, Mozambico, Sud Africa, Namibia, Angola, Sao Tome e Principe, Benin, Ghana, Costa d'Avorio, Senegal, Capo Verde, Spagna, Portogallo
da 29.769,00 €
Prezzo per persona
Giro del mondo con Seven Seas Mariner da 29.769,00 €
Prezzo per persona

Itinerario della crociera
imbarco: Singapore ➞ Sbarco: Lisbona

  • location_on
    giovedì 9 aprile 2026 - 05:00
    Singapore chevron_right
  • location_on
    venerdì 10 aprile 2026 09:00 - 07:00
    Port Kelang chevron_right
  • location_on
    sabato 11 aprile 2026 10:30 - 07:00
    Langkawi chevron_right
  • location_on
    domenica 12 aprile 2026 07:00 - 05:00
    Phuket chevron_right
  • location_off
    lunedì 13 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    martedì 14 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    mercoledì 15 aprile 2026 09:00 - 07:00
    Galle chevron_right
  • location_on
    giovedì 16 aprile 2026 06:30 - 03:30
    Colombo chevron_right
  • location_on
    venerdì 17 aprile 2026 11:30 - 08:00
    Cochin chevron_right
  • location_on
    sabato 18 aprile 2026 10:00 - 07:00
    Mangalore chevron_right
  • location_on
    domenica 19 aprile 2026 07:00 - 05:00
    Mormugao chevron_right
  • location_off
    lunedì 20 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    martedì 21 aprile 2026 10:00 - 07:00
    Male chevron_right
  • location_off
    mercoledì 22 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    giovedì 23 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    venerdì 24 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    sabato 25 aprile 2026 06:00 - n.d.
    Mahé chevron_right
  • location_on
    sabato 25 aprile 2026 07:00 - 03:00
    Praslin chevron_right
  • location_on
    domenica 26 aprile 2026 n.d. - 04:00
    Mahé chevron_right
  • location_off
    lunedì 27 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    martedì 28 aprile 2026 09:00 - 05:00
    Nosy Be chevron_right
  • location_on
    mercoledì 29 aprile 2026 07:00 - 04:00
    Dzaoudzi chevron_right
  • location_off
    giovedì 30 aprile 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    venerdì 1 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    sabato 2 maggio 2026 10:00 - 08:00
    Maputo chevron_right
  • location_on
    domenica 3 maggio 2026 01:00 - n.d.
    Richards Bay chevron_right
  • location_on
    lunedì 4 maggio 2026 n.d. - 10:00
    Richards Bay chevron_right
  • location_on
    martedì 5 maggio 2026 07:00 - 06:00
    Durban chevron_right
  • location_off
    mercoledì 6 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    giovedì 7 maggio 2026 07:00 - 05:00
    Mossel Bay chevron_right
  • location_on
    venerdì 8 maggio 2026 09:00 - n.d.
    Città Del Capo chevron_right
  • location_on
    sabato 9 maggio 2026 n.d. - 05:00
    Città Del Capo chevron_right
  • location_off
    domenica 10 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    lunedì 11 maggio 2026 12:00 - n.d.
    Walvis Bay chevron_right
  • location_on
    martedì 12 maggio 2026 n.d. - 06:00
    Walvis Bay chevron_right
  • location_off
    mercoledì 13 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    giovedì 14 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    venerdì 15 maggio 2026 08:00 - 06:00
    Luanda chevron_right
  • location_off
    sabato 16 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    domenica 17 maggio 2026 10:00 - 07:00
    Sao Tome chevron_right
  • location_off
    lunedì 18 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    martedì 19 maggio 2026 07:00 - 05:00
    Cotonou chevron_right
  • location_on
    mercoledì 20 maggio 2026 10:00 - 08:00
    Takoradi chevron_right
  • location_on
    giovedì 21 maggio 2026 07:00 - 04:00
    Abidjan chevron_right
  • location_off
    venerdì 22 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    sabato 23 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    domenica 24 maggio 2026 11:00 - 09:00
    Dakar chevron_right
  • location_off
    lunedì 25 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    martedì 26 maggio 2026 07:00 - 06:00
    Mindelo chevron_right
  • location_off
    mercoledì 27 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_off
    giovedì 28 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    venerdì 29 maggio 2026 07:00 - 05:00
    Santa Cruz De La Palma chevron_right
  • location_on
    sabato 30 maggio 2026 09:00 - 06:00
    Funchal chevron_right
  • location_off
    domenica 31 maggio 2026 -- --
    Navigazione
  • location_on
    lunedì 1 giugno 2026 06:00 07:00
    Lisbona chevron_right
Singapore

Singapore

Port Kelang

Port Kelang

Attualmente il governo sta pianificando l'espansione e la modernizzazione del porto per aumentarne la capacità e l'efficienza.

Langkawi

Langkawi

Phuket

Phuket

Galle

Galle

Colombo

Colombo

Cochin

Cochin

Mangalore

Mangalore

Mormugao

Mormugao

Il porto di Mormugao fatto da sfondo al film L'oca selvaggia (1980), colpisce ancora e inoltre le figure prominenti nel film di Bollywood intitolato Bhootnath.
Mormugao include un tasso di alfabetizzazione importante con l'80% per gli uomini e del 70% per le donne. Goa fu colonizzata dai portoghesi nel 16 ° secolo, nel quartiere centrale di Tiswadi.
Nel 1624, hanno cominciato a costruire la loro città fortificata sul promontorio che si affaccia sul porto di Mormugao.
Goa è soprattutto famosa per i suoi 120 km di spiagge: un piccolo paradiso di sabbia bianca fiancheggiata da alberi di cocco, risaie lussureggianti e giardini fioriti. Chiese e case con pareti ricoperte di azzurro, testimonianze della presenza portoghese, anche se l'induismo una grande maggioranza in Goa.
Con attrazioni che comprendono le belle cattedrali portoghesi di Old Goa, le spiagge orlate di palme e alcuni dei migliori frutti di mare indiani. Nel corso dei secoli, Goa è emersa come una delle principali fonti di spezie e di una parte importante delle rotte commerciali arabi. Il cattolicesimo resta una grande religione in Goa superando di gran lunga le altre religioni. L'atmosfera è rilassata e le persone sono molto piacevoli. Nella parte più antica della città, il patrimonio portoghese è sopravvissuto molto bene, non ci sono strade strette e tortuose, le vecchie case con balconi sporgenti e tetti di tegole rosse, chiese bianche e molti piccoli, bar e caffè, è l'ambiente più mediterraneo dell' India. Visitate i numerosi monumenti rinascimentali come la Cattedrale, la Basilica di Bom Jesus, e il convento di San Francesco.

Male

Male

Mahé

Mahé

Praslin

Praslin

Praslin è un'isola dell'Oceano Indiano che fa parte dell'arcipelago delle Seychelles. Seconda isola in ordine di grandezza, si trova a 36 km a nord-est di Mahé e a 6 km da La Digue. Il nome originale dell'isola era "Isle de Palme" ("Isola delle Palme"), derivante dalla presenza, al suo interno, della Vallée de Mai. Amministrativamente, l'isola è divisa nei due distretti di Baie Sainte Anne e Grand'Anse Praslin.

Mahé

Mahé

Nosy Be

Nosy Be

Dzaoudzi

Dzaoudzi

Dzaoudzi è un comune francese del Dipartimento d'oltremare di Mayotte. Si trova sull'isola di Petite Terre ed è formato dai due villaggi di Dzaoudzi e Labattoir.
Si estende su 6,6 chilometri quadrati e conta 14685 abitanti dal l'ultimo censimento della popolazione.

Come l'intera isola di Mayotte, Dzaoudzi è una destinazione che non ha ancora raggiunto il turismo di massa, che gli conferisce un aspetto molto autentico e conservato oltre che straordinario.
Dzaoudzi ha un ricca fauna e flora. Ci sono lemuri chiamati "maki" e molti lucertole. Tutti i delfini nuotano vicino alla costa, così come le balene megattere che possono essere avvistate tra aprile e ottobre, infine con una semplice maschera e boccaglio è possibile vedere le tartarughe, che spesso camminano vicino alle coste.
Tracce di antichi vulcani sono presenti sull'isola, in particolare nei pressi di Dzaoudzi a Petite-Terre, dove è possibile esplorare un cratere occupato dal lago Dziani.

Gli abitanti del villaggio sono generalmente molto accoglienti e sorridenti e la lingua locale è il francese. L’islamismo è la religione dominante, sarete in grado di vedere alcune moschee sull'isola. Molto importante per la popolazione è la cultura della musica e delle danze tradizionali.

Paesaggi bellissimi, spiagge vulcaniche mozzafiato vi aspettano in Dzaoudzi.

Maputo

Maputo

Maputo, anche nota come Lourenço Marques prima dell'indipendenza, è la capitale e la più grande città del Mozambico, qui uomini vestiti con le tradizionali Jellaba si riuniscono a chiacchierare, mentre le donne vestite di mille colori comprano frutti di mare e spezie presso il pittoresco e sempre vivo mercato comunale con carrelli che sfrecciano carichi di ogni cosa. Inoltre musei, negozi e mercati a bizzeffe.

Richards Bay

Richards Bay

La città è vivace ed è rapidamente diventata la meta delle vacanze sulla Costa Nord del Sud Africa, offrendo paesaggi spettacolari e spiagge incontaminate. È una delle mete di mare più vicine a Gauteng e gode di un clima estivo tutto l'anno.La città offre anche l'ingresso del visitatore a Zululand. Questo angolo una volta dimenticato del continente africano è una terra di squisita bellezza caratterizzata da diversità incredibile. Il suo confine orientale sue rive dorate sono delicatamente accarezzate dalla calde acque dell'Oceano Indiano. La costa si estende circa trecentocinquanta chilometri dalla foce del fiume Tugela nel sud fino al confine del Mozambico del Nord. Le pianure costiere sono infinite spiagge incontaminate e aree di conservazione costiera e incorporano il sistema più grande estuario in Sud Africa.

Richards Bay

Richards Bay

La città è vivace ed è rapidamente diventata la meta delle vacanze sulla Costa Nord del Sud Africa, offrendo paesaggi spettacolari e spiagge incontaminate. È una delle mete di mare più vicine a Gauteng e gode di un clima estivo tutto l'anno.La città offre anche l'ingresso del visitatore a Zululand. Questo angolo una volta dimenticato del continente africano è una terra di squisita bellezza caratterizzata da diversità incredibile. Il suo confine orientale sue rive dorate sono delicatamente accarezzate dalla calde acque dell'Oceano Indiano. La costa si estende circa trecentocinquanta chilometri dalla foce del fiume Tugela nel sud fino al confine del Mozambico del Nord. Le pianure costiere sono infinite spiagge incontaminate e aree di conservazione costiera e incorporano il sistema più grande estuario in Sud Africa.

Durban

Durban

Il lungomare, con la sua distesa di Alberghi di grattacieli e snack bar, rimane un simbolo della città, ed il centro città, costellato di alcuni grandiosi edifici coloniali e da affascinanti architetture Art Deco, pulsa ad un ritmo distintamente africano. Luogo pcon la più grande concentrazione di persone di origine indiana nel paese, Durban vanta anche luoghi, suoni e profumi tipici del subcontinente. Mentre la spiaggia è sempre il posto preferito, molti visitatori, visitano le periferie, zeppe di alloggi, centri commerciali, bar funky e ristoranti eleganti.

Mossel Bay

Mossel Bay

Città Del Capo

Città Del Capo

La città madre del Sud Africa occupa una delle posizioni più belle del mondo, con un'iconica montagna ubicata proprio nel suo centro. Bella come le spiagge ed i vigneti circostanti, l'aspro deserto della Table Mountain, è rivestito di una flora unica, che afferra l'attenzione di tutti.

Con 6,5 milioni di turisti internazionali, il Sud Africa appare come la prima destinazione in Africa. Gli abitanti di Città del Capo sono veramente aperti al turismo, iniziata alla soglia degli anni 90, alla fine dell'apartheid. Grazie ad un significativo sviluppo turistico regionale ed europeo, in questi ultimi anni, la nazione è cresciuta notevolmente. Visitatori africani si distinguono da quelli dell’oltreoceano differenziati per le attività praticate e gli spostamenti stagionali.

Ma tutti partecipano pienamente allo sviluppo del settore turistico. Per gli amanti di architettura, la città è famosa anche per il suo stile coloniale, chiamato Cape Dutch, particolarmente evidente nei quartieri di Constantia. Durante il vostro soggiorno in questo favoloso luogo, potrete passeggiare per le vie principali: a partire dalla piazza Heerengracht dove è stata fondata il primo campo della Compagnia delle Indie Orientali. A breve distanza, gli amanti dello shopping potranno anche godere e scoprire Adderley Street, la strada principale dello shopping.

Senza dimenticare Government Avenue, dove i passanti si troveranno in una bella passerella vetrata di querce secolari. Qui i musei abbondano, come il Museo di Storia e Cultura, il più antico istituto sudafricano dopo il Castello di Buona Speranza, residenza dei primi governatori della città nella seconda metà del XVII secolo.

Città Del Capo

Città Del Capo

La città madre del Sud Africa occupa una delle posizioni più belle del mondo, con un'iconica montagna ubicata proprio nel suo centro. Bella come le spiagge ed i vigneti circostanti, l'aspro deserto della Table Mountain, è rivestito di una flora unica, che afferra l'attenzione di tutti.

Con 6,5 milioni di turisti internazionali, il Sud Africa appare come la prima destinazione in Africa. Gli abitanti di Città del Capo sono veramente aperti al turismo, iniziata alla soglia degli anni 90, alla fine dell'apartheid. Grazie ad un significativo sviluppo turistico regionale ed europeo, in questi ultimi anni, la nazione è cresciuta notevolmente. Visitatori africani si distinguono da quelli dell’oltreoceano differenziati per le attività praticate e gli spostamenti stagionali.

Ma tutti partecipano pienamente allo sviluppo del settore turistico. Per gli amanti di architettura, la città è famosa anche per il suo stile coloniale, chiamato Cape Dutch, particolarmente evidente nei quartieri di Constantia. Durante il vostro soggiorno in questo favoloso luogo, potrete passeggiare per le vie principali: a partire dalla piazza Heerengracht dove è stata fondata il primo campo della Compagnia delle Indie Orientali. A breve distanza, gli amanti dello shopping potranno anche godere e scoprire Adderley Street, la strada principale dello shopping.

Senza dimenticare Government Avenue, dove i passanti si troveranno in una bella passerella vetrata di querce secolari. Qui i musei abbondano, come il Museo di Storia e Cultura, il più antico istituto sudafricano dopo il Castello di Buona Speranza, residenza dei primi governatori della città nella seconda metà del XVII secolo.

Walvis Bay

Walvis Bay

Walvis Bay

Walvis Bay

Luanda

Luanda

Quaranta anni di guerra civile hanno lasciato l'Angola tagliato fuori dal resto del mondo fino al 2002. Ora sempre più corteggiata dai paesi occidentali per le sue esportazioni di petrolio, sta diventando sempre più una potenza regionale disposta a competere direttamente su molte questioni diplomatiche.
I luoghi principali e memorabili di questa città sono:
La fortezza di São Miguel, situato in posizione ideale, è stato costruito nel 1576 dai portoghesi per difendere Luanda suoi assalitori dall'Europa. Le mura della fortezza ospita statue e vecchie attrezzature di guerra e una piccola cappella, dove si ha una vista incredibile e completa della città.
Luanda ha tre musei, Museo de Historia Natural, Museo das Forcas centrale, qui est ubicato nel palazzo più antico della città, e Museu de Antropologia, qui mostra maschere africane, strumenti nativi e manufatti di caccia. Gli appassionati di architettura non dovranno assolutamente perdersi le chiese coloniali di Igreja de Nossa Senhora de Nazaré e Igreja de Nossa Senhora dos Remedios, del 17° secolo.
La Marginale, più formalmente conosciuto come Avenida 4 de Fevreiro, è il viale lungo la baia di Luanda. Partendo dal porto fino all'ingresso della penisola di Ilha, incontrando il centro della città con i nuovi e vecchi edifici e molte torri in costruzione, vari dei ristoranti più belli della città e dello yacht club locale. La Marginale è inoltre fiancheggiata da vecchi edifici coloniali, usati per gli uffici pubblici. (Banca nazionale, Poste, Industria Musei, Ministero della Comunicazione, etc.).
Luanda ha un clima tropicale. La temperatura media annuale è di 24°C: la media invernale da gennaio ha raggiunto 27°C, con un massimo di 30°C e un minimo di 24°C; estate media di luglio scende a 21°C, con un massimo di 24°C e un minimo di 18°C.
Gli abitanti di Luanda principalmente di etnie africane, ma anche presenti una piccola comunità di origine portoghese. Molti brasiliani sono arrivati di recente, in seguito alla ripresa economica che ha seguito la fine della guerra civile. Ha una lingua ufficiale, che è anche la più ampiamente parlata, il portoghese.

 

 

Sao Tome

Sao Tome

Cotonou

Cotonou

Takoradi

Takoradi

Abidjan

Abidjan

 Abidjan è l'ex capitale politica e centro economico principale del paese della Costa d'Avorio. A partire dal 2011, è la città più grande della nazione e la terza città francofona del mondo, dopo Parigi e Kinshasa. Considerata centro culturale dell'Africa occidentale, Abidjan è caratterizzata da un elevato livello d’industrializzazione e urbanizzazione. Nel quartiere di Plateau, lungo soprannominata la "Piccola Manhattan", è identificata come una delle più grandi città occidentali in Africa. Questa metropoli dispone di molti siti turistici da vedere. I visitatori potranno apprezzare i diversi monumenti, come la Moschea di Treichville, la moschea Cocody, o la Cattedrale di St. Paul. Gli amanti della cultura e della storia potranno scoprire i numerosi musei, tra cui il Goethe Institute, il Museo Civico, il Centro Culturale Americano, il Museo d'Arte Contemporanea, il Centro culturale francese, il Museo della Civiltà, il Museo Nazionale, il Palazzo della Cultura e il centro di artigianato. Possiede anche il Parco Nazionale del Banco. Sassandra, a 210 km a ovest di Abidjan, collegate giornalmente da autobus, è nota per le sue belle spiagge, ma quella che la rende particolarmente degna di nota, è il suo villaggio di pescatori. La meraviglia delle meraviglie è Poly-Plage, fantastico fenomeno naturale. Il clima è equatoriale nel sud con temperature intorno ai 30 ° C, con una stagione delle piogge che dura da maggio a novembre, il resto del tempo con occasionali precipitazioni, in un ambiente molto umido. Nel nord, la stagione delle piogge è meno marcata e si ferma a settembre, seguita da una stagione secca, con cielo sereno e notti fresche, da novembre a marzo. Periodo ideale per scoprire questo luogo tropicale.

 

Dakar

Dakar

La città di Dakar si trova lungo la costa atlantica del Senegal, su un antico vulcano la cui erouzione ha dato origine alla Penisola del Capo Verde. Altre isole si trovano nelle vicinanze, tra cui quello di Gorée, a sud, quelli della Madeleine, a ovest e Ngor a nord. Antico borgo di pescatori, Dakar o Dahar significa "tamarindo" in wolof (una delle sei lingue nazionali del Senegal). Ad Oggi metropoli amministrativa, politica, militare, economica, sociale e culturale è una città cosmopolita, africana ed europea, con più di due milioni di abitanti. Diverse date che segnano la storia della città e della regione, sono tra Il XVI al XIX secolo, il momento clou della tratta degli schiavi. La città fu fondata ufficialmente il 25 maggio 1857 da Pinet LAPRADE. La prima mappa catastale di Dakar è sviluppata nel mese di giugno 1858. 4 anni più tardi, nel giugno 1862, costituirono un nuovo piano di allineamento dell’area. La città di Goree fu fondata nel 1872 e nel 4 aprile 1960, Dakar divenne la capitale del Senegal. Questa metropoli ha molti luoghi da offrire. I turisti saranno principalmente attratti dal Museo d’arte Africana e la Galleria Antenna. Altri siti importanti, in stile coloniale, è il Municipio al di fuori del Palazzo Presidenziale, gelosamente custodito dalle sue guardie in abiti tradizionali. Infine, non perdetevi la Moschea di Dakar e il parco naturale Hann, con i suoi numerosi animali. Molti prodotti tipici della regione di Dakar sono a disposizione dei vacanzieri in vari negozi. Ampia scelta di souvenir tra tessuti, sculture in legno, gioielli, sandali, borse, quadri, oggetti in bronzo, ceramiche e strumenti musicali. La Musica, la danza e la lotta tradizionale sono parte del paesaggio di Dakar. Noterete anche la presenza di un grande centro commerciale (Plaza Mar), innaugurato nel 2010, all'interno troverete un centro benessere, una sala giochi e una pista da bowling. Il francese è la lingua ufficiale e l'unica insegnata nel sistema pubblico-scolastico.

Mindelo

Mindelo

L'evento è una grande attrazione per i turisti e gli abitanti del luogo, con sfilate, musica, balli e costumi elaborati. Mindelo ha una fiorente scena artistica, con numerose gallerie e mercati dove artisti e artigiani locali espongono le loro opere. Il Centro d'Arte di Mindelo è un luogo notevole per mostre e spettacoli unici nel loro genere. La vita notturna della città è vivace, con numerosi bar, ristoranti e club che offrono musica dal vivo e intrattenimento, in particolare nel centro storico intorno a Praça Estrela e Rua Lisboa.

Santa Cruz De La Palma

Santa Cruz De La Palma

Funchal

Funchal

Funchal, la capitale dell'isola portoghese di Madeira è l'anima del Portogallo. Coloni oltre 500 anni fa sono stati attratti da questo luogo riparato, che è strutturato come un 'anfiteatro' naturale. Dolci declivi, abbondante verde e fiori, salgono sopra il grazioso porto per quasi 1200 metri. La magnifica baia di Funchal, con le sue acque blue scintillanti è sede del porto, a 15 minuti a piedi dal centro della città. Grazie alla sua strategica posizione medio-atlantica, Madeira è stato un punto di sosta per navi oceaniche per molti anni.

Lisbona

Lisbona

La capitale del Portogallo, Lisbona (in portoghese Lisboa) ha vissuto una grande rinascita negli ultimi anni, con una cultura contemporanea viva e fiorente. Arroccata sulla costa dell'Oceano Atlantico, Lisbona è una delle rare città europee che affrontano l'oceano ed usano l'acqua come un elemento che definisce la città. Lisbona incanta i viaggiatori con i suoi edifici di calcare bianco, vicoli intimi ed un fascino antico che la rende una destinazione popolare tutto l'anno.