Home Compagnie Emerald Cruises Mediterraneo Emerald Radiance Porto sabato 14 giugno 2025

Emerald Cruises: 14 notti da Porto con Emerald Radiance (14 giu 2025)

Mediterraneo: Portogallo, Spagna, Francia

logo Emerald Cruises Emerald Cruises
Cod. crociera EFPC140625.1
14 giu 2025
da 7.165,00 €
Prezzo per persona Tax Incl.

Inserisci il numero di passeggeri per visualizzare i prezzi

Vedi altre date

Itinerario della crociera

  • location_on
    sabato 14 giugno 2025 - n.d.
    Porto chevron_right
  • location_on
    domenica 15 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Pinhão chevron_right
  • location_on
    lunedì 16 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Pinhão chevron_right
  • location_on
    martedì 17 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Vega de Terrón chevron_right
  • location_on
    mercoledì 18 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Peso da Régua chevron_right
  • location_on
    giovedì 19 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Peso da Régua chevron_right
  • location_on
    venerdì 20 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Porto chevron_right
  • location_on
    sabato 21 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Leixoes chevron_right
  • location_on
    domenica 22 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Saone chevron_right
  • location_on
    lunedì 23 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Lione chevron_right
  • location_on
    martedì 24 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Tournon chevron_right
  • location_on
    mercoledì 25 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Viviers chevron_right
  • location_on
    giovedì 26 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Avignone chevron_right
  • location_on
    venerdì 27 giugno 2025 n.d. - n.d.
    Arles chevron_right
  • location_on
    sabato 28 giugno 2025 n.d.
    Arles chevron_right
Porto

Porto

Alla foce del Rio Douro, la città collinare di Porto presenta un mix di stili, epoche ed atteggiamenti: stretti vicoli medievali, stravaganti chiese barocche, piazzette ed ampi viali, fiancheggiati da edifici signorili.

Il centro storico di Oporto è il quartiere Ribeira, una zona dichiarata patrimonio mondiale dell'Unesco formata da vicoli tortuosi, zigzag di scale e chiese ad ogni angolo, piazze stile villaggio vecchie case di commercianti dove rovine romane si nascondono sotto le fondamenta. Negli ultimi due decenni Porto ha subito una notevole rinascita – che si esprime nel ronzio del suo efficiente sistema di metropolitana e il luccichio di alcuni progetti ambiziosi di rinnovamento urbano. Il coronamento delle glorie della città sono i due ultimi capolavori, Museu de Arte Contemporânea di Álvaro Siza Vieira e la ' Casa da Música, che hanno trasformato la città in un luogo di pellegrinaggio per gli appassionati di architettura.
Impressionante e da non perdere il ponte Dom Luís I un ardito arco in ferro, che varca il fiume Douro. Fu costruito dall'ingegnere belga Théophile Seyrig, per il traffico stradale. Dal 2003 il livello superiore è percorso esclusivamente dai treni della metrotranvia cittadina.

Pinhão

Pinhão

Pinhão

Pinhão

Vega de Terrón

Vega de Terrón

Peso da Régua

Peso da Régua

Peso da Régua

Peso da Régua

Porto

Porto

Alla foce del Rio Douro, la città collinare di Porto presenta un mix di stili, epoche ed atteggiamenti: stretti vicoli medievali, stravaganti chiese barocche, piazzette ed ampi viali, fiancheggiati da edifici signorili.

Il centro storico di Oporto è il quartiere Ribeira, una zona dichiarata patrimonio mondiale dell'Unesco formata da vicoli tortuosi, zigzag di scale e chiese ad ogni angolo, piazze stile villaggio vecchie case di commercianti dove rovine romane si nascondono sotto le fondamenta. Negli ultimi due decenni Porto ha subito una notevole rinascita – che si esprime nel ronzio del suo efficiente sistema di metropolitana e il luccichio di alcuni progetti ambiziosi di rinnovamento urbano. Il coronamento delle glorie della città sono i due ultimi capolavori, Museu de Arte Contemporânea di Álvaro Siza Vieira e la ' Casa da Música, che hanno trasformato la città in un luogo di pellegrinaggio per gli appassionati di architettura.
Impressionante e da non perdere il ponte Dom Luís I un ardito arco in ferro, che varca il fiume Douro. Fu costruito dall'ingegnere belga Théophile Seyrig, per il traffico stradale. Dal 2003 il livello superiore è percorso esclusivamente dai treni della metrotranvia cittadina.

Leixoes

Leixoes

Saone

Saone

Lione

Lione

Lione è la terza città per dimensioni della Francia dopo Parigi e Marsiglia e offre moltissime attrazioni per chi la visita. Il suo centro storico è entrato a far parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1998 ed è ricco di musei, monumenti, chiese, parchi e panorami. Offre, inoltre, una cultura gastronomica degna di nota.

Il centro storico della città, chiamato Presqu'île, penisola, ospita il Museo delle Belle Arti, la Basilica di Saint-Martin d’Ainay, la Chiesa di Saint-Nizier e molti altri edifici di grande significato storico e culturale. La Presqu'île è anche il cuore della vita di Lione, dove si trovano negozi, ristoranti e locali.
Sulla collina ovest della città si trova il centro storico di Fourviéres, raggiungibile tramite due funicolari, una delle quali è tra le più antiche al mondo ed ancora funzionante. A dicembre ospita uno dei festival più caratteristici d’Europa, il Festival delle Luci di Lione. Tra il 5 e l’8 dicembre, circa settanta installazioni animano le strade, le piazze e i palazzi della città creando un’atmosfera particolarmente suggestiva che attira migliaia di visitatori ogni anno.
Lione è anche la città che ha dato i natali ad Antoine de Saint-Exupéry, il “papà” del Piccolo Principe, e gli ha reso omaggio costruendo un monumento in Place Bellecour a settant’anni dalla sua scomparsa.

Tournon

Tournon

Viviers

Viviers

Avignone

Avignone

Avignone è una città del sud della Francia di antichissime origini: la zona su cui ora è situata la città è abitata dall’essere umano fin dai tempi del paleolitico. La città fu proprietà di diversi popoli, tra cui i Romani e i Burgundi, divenne poi indipendente e diventò poi proprietà francese. Avignone è un’antichissima città papale dopo che Giovanni XXII ne fece la sua residenza nel 1316.

Famosissimo, infatti, è il Palazzo dei Papi, che si affaccia su una vasta piazza e che è meta turistica tutto l’anno. Dopo aver visitato il palazzo, fate una bella passeggiata sulla Promenade des Papes che vi porta ai giardini dove un tempo i papi coltivavano le erbe aromatiche. Anche le mura della città sono degne di nota: si estendono per 4 Km e vanta 39 torri e 7 porte, rendendola un tesoro custodito gelosamente.
Avignone ha un ricco patrimonio culturale, ma non mancano le opportunità di svago. Passeggiando per il centro trovate moltissimi locali, bistrot e bar dove poter gustare le specialità della cucina più famosa del mondo e immergervi nell’atmosfera magica che circonda tutta la città.

Arles

Arles


Arles è una città che si affaccia sul Rodano ed è una delle città migliori per iniziare un tour della Camargue. Arles conserva antichissimi monumenti risalenti all’età Romana, tra cui l’Anfiteatro, dove avevano luogo gli incontri tra gladiatori, e il teatro antico, che viene utilizzato come arena estiva per il cinema all’aperto. Passeggiate per gli Alyscamps, un viale costeggiato da cipressi che porta ad una chiesa. Questo paesaggio ha ispirato diversi quadri di Van Gogh, che infatti scelse Arles come città in cui vivere a lungo. Fu proprio in questa città che alcune tra le opere più celebri del pittore olandese vennero dipinte, come i girasoli, i Mangiatori di patate, Notte Stellata e molti altri. Molto caratteristico è un quadrilatero sotterraneo, i Criptoportici che sorge sotto la piazza della cattedrale, costruito per sostenere il Foro romano e che veniva usato come granaio. Arles offre, oltre alle innumerevoli opere di architettura, anche moltissimi ristoranti e bistrot dove assaggiare i piatti tipici come la famosa zuppa di pesce.

Arles

Arles


Arles è una città che si affaccia sul Rodano ed è una delle città migliori per iniziare un tour della Camargue. Arles conserva antichissimi monumenti risalenti all’età Romana, tra cui l’Anfiteatro, dove avevano luogo gli incontri tra gladiatori, e il teatro antico, che viene utilizzato come arena estiva per il cinema all’aperto. Passeggiate per gli Alyscamps, un viale costeggiato da cipressi che porta ad una chiesa. Questo paesaggio ha ispirato diversi quadri di Van Gogh, che infatti scelse Arles come città in cui vivere a lungo. Fu proprio in questa città che alcune tra le opere più celebri del pittore olandese vennero dipinte, come i girasoli, i Mangiatori di patate, Notte Stellata e molti altri. Molto caratteristico è un quadrilatero sotterraneo, i Criptoportici che sorge sotto la piazza della cattedrale, costruito per sostenere il Foro romano e che veniva usato come granaio. Arles offre, oltre alle innumerevoli opere di architettura, anche moltissimi ristoranti e bistrot dove assaggiare i piatti tipici come la famosa zuppa di pesce.