Crociere Galapagos - 86 Offerte

Galapagos

Sogni di fare una crociera alle Galapagos? Vuoi vivere i comfort di un albergo galleggiante a quattro stelle e allo stesso tempo scoprire le meraviglie di una terra selvaggia e incontaminata? Ecco tutto quello che devi sapere per una crociera alle Isole Galapagos, terra di contrasti e di immensa bellezza, paradiso naturale per molte specie di animali e uccelli.

Qual è il periodo migliore per una crociera alle Galapagos?

Le Isole Galapagos si estendono sia a nord che a sud dell'Equatore. Questa particolare situazione logistica lo rendono un luogo nel quale la temperatura è piacevole in tutto il corso dell'anno con temperature che non scendono mai al di sotto dei 18 gradi. Il clima nelle Isole Galapagos prevede sostanzialmente due stagioni. La prima è quella che va da dicembre a maggio ed è la stagione tropicale. In questo periodo la temperatura si aggira fra i 23 e i 30 gradi, non piove quasi mai ma il cielo è spesso nuvoloso.

Particolarità di questa stagione è la temperatura dell'acqua del mare: è sempre molto calda quindi è perfetta per nuotate e immersioni per fare snorkeling. In questa stagione le Galapagos diventano il punto di ritrovo anche per molte specie diverse come iguana, albatros, fenicotteri, codoni guancebianche, tartarughe e le curiose sule dalle zampe blu.

Da giugno a dicembre, invece, le temperature si fanno decisamente più fresche ma senza mai scendere al di sotto dei 18 gradi e le precipitazioni restano scarse. Caratteristica della stagione è una leggera nebbia che oscura spesso il cielo mentre le acque del mare si fanno fredde e molte specie animali preferiscono emigrare verso altri luoghi. La stagione migliore nella quale puoi organizzare la tua crociera alle Galapagos è senza dubbio, quindi, quella che corrisponde al nostro inverno.

Cosa vedere e curiosità sulla crociera alle Isole Galapagos

Le Isole Galapagos costituiscono un arcipelago di origine vulcanica composto da tante e piccole isole. Vengono considerate il punto di vista privilegiato dal quale osservare la natura visti gli ambienti ancora incontaminati e la bellezza selvaggia che caratterizza queste isole. La località più nota delle Galapagos è Santa Cruz, isola sulla quale si trova il Charles Darwin Research Center che si occupa dello studio e della conservazione della biodiversità dell'arcipelago. Sull'isola si possono ammirare le tartarughe giganti (aprile è il mese della schiusa delle uova) e i fenicotteri rosa.

L'isola di Bartolomé è forse una delle più visitate in quanto è la casa delle tartarughe marine e comprende un parco naturale all'interno del quale convivono in libertà pinguini, razze e squali. I pinguini sono facilmente avvistabili soprattutto nel mese di settembre.

L'isola di San Cristobal, con la località di Cerro Brujo, è il luogo del primo approdo di Charles Darwin. Qui si possono ammirare leoni marini, iguane marine e terresti ma soprattutto i pellicani. Fernandina, invece, è l'isola più incontaminata dell'arcipelago delle Galapagos. L'isola si è formata attraverso la stratificazione e solidificazione di lava vulcanica e presenta un paesaggio quasi lunare. Qui trovano la loro casa naturale i cormorani senza ali e le iguane.

I fenicotteri preferiscono l'isola di Isabela: gli uccelli dalla forma caratteristica possono essere avvistati soprattutto nei mesi di luglio e agosto, magari durante un trekking che ripercorre le pendici del vulcano Sierra Negra. Sull'isola di Espanola, precisamente nella località Punta Suarez, da maggio a dicembre è possibile scorgere gli albatros che scelgono questo luogo per accoppiarsi e far nascere i piccoli.

Infine l'isola di Floreana è perfetta per il bird watching ma è famosa anche per la Post Office Bay: dalla fine del 1700 i marinai posizionarono in questa baia un barile all'interno del quale poter lasciare le lettere indirizzate alle famiglie raccolte poi dalle navi di passaggio che si occupavano della consegna.